Language
Escursioni in auto a Tignale sul Lago di Garda

Escursioni in auto

In questa scheda presentiamo alcune proposte per passare una giornata interessante senza allontanarsi troppo da Tignale, luogo di partenza e rientro.

Visita al museo archeologico Mucchi di Salò, Vittoriale degli italiani di Gardone Riviera e Museo della Carta a Toscolano Maderno.
Gita della durata di una giornata intera che porta lungo un itinerario affascinante fra 5 laghi.

Questa escursione si presenta come la più lunga fra le tre e occupa un'intera giornata, essendoci, ad ogni fermata, la possibilità di passeggiate, spuntini, balneazione ecc.
Da Tignale si parte con l'automobile in direzione sud, fino a raggiungere Gargnano; da qui si prende una strada molto panoramica che porta prima a Navazzo fino al lago di Valvestino. (indicativamente un'ora di strada).
Il lago di Valvestino,prima tappa dell'escursione, è un lago artificiale situato in provincia di Brescia, Lombardia. È stato formato dalla costruzione della diga di Ponte Cola sul torrente Toscolano nel 1962 per la produzione di energia idroelettrica. È compreso quasi interamente nel comune di Gargnano, con una piccola parte pertinente al comune di Valvestino.

Da qui si riparte passando per Bollone, poi vicino a Capovalle fino a Idro, dove troviamo il Lago d'Idro seconda tappa della gita (30 minuti). Il lago d'Idro è formato dal fiume Chiese che è immissario ed emissario. E'considerato fra i più puliti d'Italia. Situato tra le Dolomiti è lungo 12 km e largo 2; è circondato da monti boscosi ai piedi dei quali sorgono paesini caratteristici nei quali si può tranquillamente passeggiare, acquistare prodotti tipici alimentari e artigianalie respirare quell'atmosfera caratteristica di questa zona. Si può tranquillamente fare il bagno.

Ci si porta sull'altro lato del lago e si prende una strada piuttosto agevole che da Idro porta a nord, fino al piccolo Lago d'Ampola, vicino a Tiarno (40 minuti).Il laghetto d'Ampola si trova nella valle omonima nel territorio del comune di Tiarno di Sopra, provincia di Trento, in prossimità dello spartiacque tra i bacini del Sarca-Garda con la val di Ledro e quello del Chiese a cui appartiene. Proprio perché in prossimità dello spartiacque l'immissario rio val Ovri ha un corso molto breve ed è di piccola portata. L'emissario torrente Palvico si arricchisce d'acqua dopo breve corso con alcuni rii tributari e con l'affluente torrente Lorina. Per le sue caratteristiche di uno stagno il lago costituisce un biotopo protetto dalla Provincia autonoma di Trento.

Da qui si prende la strada che porta verso Bezzecca e poi costeggia il lago di Ledro(20 minuti).
Il Lago di Ledro è uno tra i più belli e puliti del Trentino, situato a 650 m d’altitudine. Acque limpide, dal cangiante color turchese, in cui tuffarsi nelle calde giornate estive oppure dove praticare la pesca, la vela e altri sport acquatici. 
Oltre che per il prestigioso paesaggio che lo circonda, il Lago di Ledro è famoso per il ritrovamento di un'estesa area a palafitte, situate sulla riva orientale del lago. Tale ritrovamento, scoperto in occasione del forte abbassamento delle acque del lago per la costruzione appunto della Centrale idroelettrica, è il più importante in Europa per estensione, ricchezza di manufatti e buono stato di conservazione.
Lungo le sue rive sono state realizzzate quattro spiagge, dotate di vari servizi, per permettere la natazione. Tali spiagge si trovano a Molina di Ledro, in località Besta, a Mezzolago, a Pieve di Ledro e a Pur. Presso le spiagge è possibile noleggiare pedalò, catamarani, barche a remi e a vela, surf e canoe per godere del lago al 100%.

Infine come ultima tappa della giornata, dal lago di Ledro si prende la strada principale, da poco ristrutturata  con una lunga galleria, che porta fino a Riva e da lì con la gardesana si costeggia il Lago di Garda e si ritorna in serata a Tignale. (40 minuti)

Da Tignale a Limone, fino a Malcesine con il traghetto e poi fino al Monte Baldo con la funivia.